Villa Belvedere, Mirano, Venezia

Dove sei

 

Il Verde

 

Il colore Verde in fisica

Il colore verde è uno dei sette colori dello spettro visibile, cioè della luce bianca (o spettro visibile). Lo spettro visibile, altro non è che un intervallo di frequenze molto limitato, compreso tra i 790 THz (7.9 × 1014 Hz) della luce color violetto (frequenza più alta) ai 385 THz (3.85 × 1014 Hz) della luce color rosso (frequenza più bassa).

Sappiamo che la velocità di propagazione della luce nel “vuoto” è circa 3 × 108 m/s lega tra loro la frequenza \(\nu\) e la lunghezza d'onda \(\lambda\) in base alla relazione

 

\[\lambda = {v \over \nu}\] (se si è nel “vuoto” allora \(v\) è quasi 300.000 Km/s)

 

da cui la lunghezza d'onda del violetto (\(\nu\) = 7.9 × 1014 Hz) è:

 

  \(\begin{equation}\lambda = {3 \times 10^8 \space ms^{-1} \over 7.9 \times 10^{14} \space Hz} = 0.38 \times 10^{-6} \space m = 380 \space n m \end{equation}\)

 

mentre la lunghezza d’onda del rosso (\(\nu\) = 3.95 × 1014 Hz):

 

  \(\begin{equation}\lambda = {3 \times 10^8 \space ms^{-1} \over 3.95 \times 10^{14} \space Hz} = 0.76 \times 10^{-6} \space m = 760 \space n m \end{equation}\)

 

Il colore verde è posizionato nello spettro visivo tra il colore Blu ed il colore Giallo e appartiene ai colori di media lunghezza d'onda (495 — 570 nm) e presenta le seguenti tonalità intermedie:

 

  Verde — Azzurro 495 — 498 nm
  Verde 499 — 530 nm
  Verde — Giallo 531 — 570 nm

 

Ancora, per maggior chiarezza, nella seguente tabella si può vedere come il verde stia in mezzo allo spettro del visibile:

 

Colore Nome Lunghezza d’onda (λ) Frequenza (ν)
  Violetto 380 — 430 nm 698 — 789 THz
  Indaco o blu 430 — 475 nm 631 — 698 THz
  Azzurro o ciano 476 — 495 nm 606 — 631 THz
  Verde 495 — 570 nm 526 — 606 THz
  Giallo 570 — 590 nm 508 — 526 THz
  Arancio 590 — 620 nm 484 — 508 THz
  Rosso 620 — 780 nm 385 — 484 THz

Nota: 1 THz equivale a mille miliardi di Hz.

 

Il colore verde in ambito emozionale

La Storia del Colore verde.… Il fatto che il colore verde sia in ordine di importanza e di comparizione al secondo posto, ci segnala che con il colore verde il dualismo ha fatto il suo ingresso trionfale nel mondo umano. La sua presenza a livello linguistico è piuttosto tardiva. Ancora in epoca romana non esisteva una parola precisa per nominare il colore verde e i romani si riferivano agli elementi naturali, come il colore dell’erba, della foglia del melo, del fico ecc. per riferirsi al colore verde. La motivazione di ciò sta nel fatto che il verde è il colore più diffuso in natura. Tutto ciò che è abituale tende ad uscire dalla consapevolezza mentale e linguistica. Questo è avvenuto anche per il colore verde. Nonostante il colore verde ponga le fondamenta di un essere autonomo, non più dipendente dalla madre e dal mondo circostante e segni l’autoaffermazione dell’individuo, il colore verde tende a passare quasi inosservato. Il verde, al quale ci riferiamo è il verde dei boschi: quello dei pini, degli abeti, dei cespugli, dei grandi alberi e degli arbusti, che segnala sicurezza, capacità di difesa, assertività. Il bambino che va nel bosco, ha paura di perdersi perché non ha punti di riferimento. Anche l’uomo primitivo entrando nella foresta, o camminando nel bosco per sentieri sconosciuti, mantiene sempre un atteggiamento guardingo, per i pericoli imprevisti e per gli animali pericolosi che possono sbucare all’improvviso. Ma l’uomo sicuro non teme, perché è coraggioso, deciso e assertivo; egli procede con prudenza, ma speditamente, senza incertezze e senza dubbi, perché il margine di rischio che può correre è già stato messo nel conto.

(Citazione, dr. Gianni Camattari, Milano)

 

 

Il colore verde può corrispondere ad una personalità di tipo bilioso cioè indicatrice di direttività e di costanza espresse con distacco. Un dinamismo che stimola la volontà più profonda ed in molti casi può arrivare a sembrare una esaltazione. Una persona biliosa è per ciò portata al comando e alla guida degli altri e quindi la sua quotidianità sarà caratterizzata da continue lotte e tensioni. Uno stile di vita mirato “a stare sul piedistallo” perché si vuole impressionare, perché si sente il bisogno di essere considerato, perché è diventato “un modo di fare” malgrado l’opposizione o la resistenza altrui. Un accumulo di stimolazioni esterne che impongono un’alta concentrazione mentale ed emotiva; un “autocontrollo permanente” che determinerà nel tempo, tensioni su tensioni, per continue restrizioni o contrazioni interiori. Una forma caratteriale che accumula in sé tanta energia carica di tensione. In altre parole, quando un corpo fisico accumula troppa energia mentale e non riposa, struttura la sua energia accumulata in tensione interiore. Quindi, il colore verde può essere paragonato simbolicamente “alla maestosa sequoia dalle profonde radici, orgogliosa ed immutabile che domina sugli altri alberi o alla tensione di un arco”. Riassumendo, il colore verde, può essere tranquillamente definito: “l’elasticità della propria volontà”. Nel caso in cui, una persona di tipo bilioso, si trovi a vivere una chiusura emotiva o si senta rifiutata dalla vita e cioè intravveda la perdita dei propri poteri di resistenza e di tenacia o la possibile perdita di posizione sociale o di prestigio ecc. è portata a scaricare tutta la sua disapprovazione con un atteggiamento critico, duro e denigratorio verso gli altri. La persona di tipo bilioso esprime il suo stato di irritazione e di tensione interiore dimostrando impazienza e perdita di autocontrollo.

 

Curiosità del colore Verde

Il colore verde nel corpo energetico è generato dal quarto vortice di energia, popolarmente noto come Chakra. Un centro energetico che si trova nella zona dello sterno, al livello del cuore ed è il responsabile dell’equilibrio emozionale. E’ la sede del coraggio e della capacità di sentire l’amore incondizionato. Una posizione centrale rispetto all’intero sistema dei vortice (dal primo al settimo) che lo fa diventare un collegamento importante fra i tre vortici inferiori (fisici ed emotivi) e i tre vortice superiori (mentali e spirituali). La sua funzione principale è quella di regolare la propria abilità di entrare in empatia, di socializzare, di sintonizzarsi con gli altri e con le energie cosmiche ovvero entrare nell’armonia di vita attraverso l’amore la compassione, la pazienza e l’umiltà. Il quarto vortice è connesso con il cuore, il plesso cardiaco, le vertebre toraciche, la cavità toracica, la parte bassa dei polmoni, il sangue, la circolazione sanguigna e l’epidermide.

 

Il colore verde nell’arte: è un colore intermedio nello spettro visibile ed è posizionato tra due colori primari, il giallo e il blu. Questa coppia di colori primari genera il verde, colore secondario: Giallo + Blu = Verde.

 

Il colore verde nelle forme geometriche: è il Quadrato e rappresenta la stabilità, la sicurezza, la terra sulla quale poggiamo i nostri piedi. E’ una figura che richiama l’idea della delimitazione, della regolarizzazione, della concretezza e del radicamento. Il Quadrato è il simbolo di rigore logico e contestualmente di mancanza di fantasia e creatività, ma è anche simbolo di mondo stabilizzato e quindi di perfezione. Gli antichi sostenevano che la Terra era quadrata perché davano più importanza all’aspetto simbolico di solidità che all’aspetto scientifico di rotondità quindi il concetto della “quadratura del cerchio” venne espresso per rappresentare l’unione fra il sacro e il profano, fra il Cielo e la Terra.

 

Il colore verde nell’abbigliamento: Un buon colore per le persone in transizione. Il colore verde simboleggia la perseveranza e la conoscenza superiore. E’ il colore dell’equilibrio energetico. Chi indossa il colore verde cerca l’equilibrio e la riflessione. Il suo effetto è rilassante e rinfrescante, quindi perfetto in caso di emicrania o insonnia. Il verde ha infinite tonalità, dal militare al fresco verde mela, e chi le sa portare rivela molto spesso di essere una persona di temperamento. Indossare il verde aiuta a calmare una mente molto attiva, un momento d’ansia, la tensione prima di affrontare una prova.

 

Il colore verde nell’ambiente sociale e lavorativo: il colore verde è il colore meno faticoso da percepire per l’occhio umano. Ideale nelle sale d’attesa, negli ambienti di gioco professionale, negli uffici amministrativi poiché favorisce l’ordine e la precisione. E’ il colore del denaro (le banconote del dollaro americano, la moneta più conosciuta al mondo è verde) e del gioco (i tavoli e le sale da gioco) perché esprime la volontà di operare, la perseveranza e la tenacia. Appartiene ai colori di media lunghezza d’onda. Invia all’organismo una sensazione di neutralità cioè non é stimolante e non è calmante ma tende a risultare rilassante per queste sue caratteristiche.

 

Sfumature del colore Verde

Modi di dire sui colori, colori idiomatici; espressioni che sottolineano una particolare sfumatura di significato del colore verde. Da sempre, ogni cultura associa le emozioni a dei colori come ad esempio essere “verde d’invidia” (essere molto invidiosi); “Essere al verde (essere senza soldi); “Avere il pollice verde” (essere bravi a coltivare piante e fiori); “Dare il disco verde” (dare il via libera a qualcosa). Come si può ben notare, in tutti questi modi di dire, sono presenti i concetti sopra descritti del colore verde ovvero il verde in competizione con gli altri, il verde collegato al denaro, il verde collegato alla natura, il verde collegato alla direttività. Un linguaggio semplice che racchiude in sé l’essenza dell’emozione e la forza visiva del colore interessato.

 

 

 

La galleria del verde

  • Copenaghen, Danimarca
  • Copenaghen, Danimarca
  • Copenaghen, Danimarca
  • Copenaghen, Danimarca
  • Copenaghen, Danimarca
  • Copenaghen, Danimarca
  • Netanya, Israele
  • Mosca, Russia
  • Mosca, Russia
  • Mosca, Russia
  • Chicago, USA
  • New York, USA
  • New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Central Park, New York, USA
  • Acquario, Genova, Italia
  • Acquario, Genova, Italia
  • Acquario, Genova, Italia
  • Acquario, Genova, Italia
  • Acquario, Genova, Italia
  • Acquario, Genova, Italia
  • Croazia
  • Croazia
  • Croazia
  • Copenaghen, Danimarca

1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35

 

 

 

Scritto in collaborazione con il dott. Laurito Marco, fisico, dicembre 2016.
 
FaLang translation system by Faboba